Il primo incontro di Academy ha un titolo provocatorio: “La selezione delle persone. Le competenze non bastano.” Il riferimento è alle competenze tecniche, che sono importanti, ma non possono essere le sole di cui tener conto nella scelta della “persona giusta”. La persona che stiamo cercando deve sapersi inserire proficuamente nel contesto lavorativo, e per poterlo fare deve possedere quelle “competenze personali” che per noi sono importanti, tenendo conto della nostra “cultura aziendale”. Tutto si può insegnare, acquisire, migliorare, ma dobbiamo avere persone desiderose di farlo, interessate al confronto e alla crescita, che sappiano mettersi in discussione, e non è sempre facile trovarle. La selezione in effetti dovrebbe individuare quei candidati che hanno quelle caratteristiche personali che per noi sono vincenti, e che sono difficili da insegnare (fanno parte della personalità, che tendenzialmente non è modificabile), ma che purtroppo sono difficili da valutare; più spesso, invece, la selezione si concentra sulle competenze più facili da valutare, che sono però anche quelle che sono più facilmente modificabili. Di tutto questo parleremo oggi, provando anche a definire la nostra visione di ciò che conta nella ricerca e selezione delle persone giuste.